NEWS - Risultati della ricerca:

02-11-2017

Il nuovo macinadosatore innovativo La Cimbali si chiama ELECTIVE

ELECTIVE nasce dalla collaborazione di Synesia con il gruppo Cimbali, volta...

leggi..

16-05-2017

Lezione di iniziazione al Brand Naming in lingua francese all'Università Cattolica di Milano

Martedì 16 maggio 2017, la Professoressa Maria Teresa Zanola accoglie la...

leggi..

14-11-2008

Synesia: il Professional Linking al servizio del Branding

Béatrice Ferrari, massima esperta di brand naming in Italia, lancia un...

leggi..

TESTIMONIANZE - Risultati della ricerca:

Maria Cirri – Inverni Srl


L'astrazione e la libertà del brainstorming provocano automaticamente un approccio più creativo. È stato importante avere Béatrice Ferrari come guida per non perdere di vista lo scopo dell'esercizio. Altrimenti, più che per libere associazioni, senza uno che dirige, si vagherebbe verso la dissociazione.
Noi abbiamo già un nome di marchio, Inverni, ma ogni giorno dobbiamo trovare nomi per le cose che vendiamo: l'utilità del corso Naming Day è stata una spinta verso l'individuazione, verso una ricerca più affinata dell'identità di marca.
Mi è piaciuta la provenienza dei partecipanti da settori diversi, la professionalità di Béatrice, la mancanza di tempi morti. Ho portato con me la voglia di lavorare meglio sul fronte della comunicazione! Monto e smonto testi per cercare di raccontare meglio il mondo www.inverni.it alla meglio.
www.inverni.it

Paola Gallo – Amministratore – Labirinto srl


Devo a una docenza di Béatrice Ferrari di ormai diversi anni fa la passione per il naming, che da allora ho coltivato fino a farne una parte del mio lavoro di copywriter. Da addetta ai lavori, posso dire che quel che più mi piace del Naming Day è il fatto di confrontarsi finalmente alla pari con quelli che normalmente sono gli interlocutori dell'agenzia e condividere con loro, cioè i clienti, l'entusiasmo e la sfida del nome giusto. Trovo che quella del naming sia un'attività – un arte? – particolarmente divertente perché richiede da un lato massima creatività e fantasia e dall'altro estrema professionalità e freddezza, soprattutto sull'aspetto legale. E questa "schizofrenia" viene perfettamente trattata, anzi vissuta, anche nel corso Naming Day.
www.labirinto.net